Archivi Mensili: luglio 2015

Cose fatte male

Il 20 luglio 1944 a Rastenburg, nella Polonia nord-orientale, una bomba fa saltare in aria la baracca in cui Hitler ed i suoi generali stanno facendo il punto quotidiano sulle operazioni del fronte orientale. Benchè siano tutti ad un passo dalla valigetta esplosiva piazzata dal colonnello vonStauffenberg, muoiono solo in 4 e tra questi non …

Continua a leggere

Per adesso ci arrendiamo

Al di là dei destini di Syriza, della tenuta del governo di Atene, del dramma del popolo greco oggi amaramente condito di disillusione, resta il fatto che la strategia adottata da Tsipras suggerisce agli apatici elettorati europei che votare a sinistra non serve a mutare le cose. Questa è l’amara eredità di cinque mesi di …

Continua a leggere

OXI, chi ?

Primo effetto della vittoria della democrazia greca: Varoufakis si dimette da ministro delle Finanze, perchè sgradito agli squali dell’eurogruppo. Io credo che i greci volessero tenerselo stretto, anche se ciò non compariva nei quesiti referendari. E lui stesso aveva detto che si sarebbe dimesso in caso di vittoria del Sì, evidentemente sapendo già che l’avrebbe …

Continua a leggere

Sinistra fai-da-te

Personalmente non credo che esistano modi diversi, originali e alternativi di far politica. Se esistessero, sarebbero già stati posti in essere da così tanto tempo da aver ormai perso il loro alone di freschezza. La nostra incapacità di risultare credibili agli occhi delle masse non deriva dal fatto che non sappiamo essere abbastanza “nuovi”, ma …

Continua a leggere