Archivio autore: annaorsa

Promesse facili

I pentastellati hanno vinto le elezioni promettendo di distribuire quattrini, il che è ben difficile se poi si accetta di restare nella gabbia nazi-europea. Così difficile che adesso tutti quanti hanno capito che verrà distribuita poca roba, a poche persone e per giunta a condizioni proibitive. I leghisti sono stati più accorti perchè hanno promesso …

Continua a leggere

A lezione da von Clausewitz

Alle elezioni regionali abruzzesi non partecipa nessun partito della sinistra d’alternativa: ci sono i centrosinistri, i centrodestri, i pentastellati e i fascisti. Praticamente è un po’ come votare in Ucraina. Ancora una volta esemplare la strategia di Rifondazione, che avrebbe potuto benissimo puntare alla soglia di sbarramento del 4% quasi da sola (contando che alle …

Continua a leggere

Disguidi postali

Il Di Maio scrive una lettera aperta al direttore di Le Monde spiegando i motivi che l’hanno spinto ad intrattenersi con i rappresentanti dei gilet gialli. Apre e chiude la missiva la sottolineatura della storica amicizia tra i due popoli e i due governi, con un toccante riferimento alla “millenaria tradizione democratica” francese, che scopriamo …

Continua a leggere

Dagli amici mi guardi Iddio

Guaidò è un perfetto signor nessuno, improvvisamente inserito nel ruolo di presidente farlocco senza nemmeno essere passato dalle urne e con un passato politico assai modesto. Trovo strano che le oligarchie economiche abbiano deciso di cucire una simile faccia sulle loro bandiere golpiste, invece di utilizzare altri che nel paese sono sempre stati più conosciuti …

Continua a leggere

+servi

I +europei della scuderia Bonino si lamentano perchè il governo italiano non si è subito unito al trio Merkel-Macron-Sanchez nel sostegno al golpista venezuelano Guaidò. A lanciare l’accusa è il DellaVedova, le cui gesta ineffabili l’hanno condotto dai radicali a Forzaitalia e da qui ai seguaci di Fini, per poi virare su Monti e trovare …

Continua a leggere

Visibilità gratuita

Io credo che Salvini sia consapevole che se posta una foto in cui mangia un cannolo, o un’arancina, o la nutella, o sgrana il rosario etc, a migliaia si precipiteranno a commentare e soprattutto a moltiplicare la sua foto per mille, cosicché avrà ottenuto senza sforzo l’obiettivo di far arrivare quotidianamente la sua faccia in …

Continua a leggere

Quel sentiment tra noi

Gli addetti ai sondaggi, quelli che assegnano valore epocale a variazioni dello 0,5% dopo aver intervistato sì e no trecento persone su sessanta milioni, sembrano aver trovato un nuovo termine con cui baloccarsi: è il “sentiment”, alla cui traduzione si può arrivare anche aggiungendo una vocale e che, come è intuibile, si riferisce allo stato …

Continua a leggere

Dx vs Dx

A scontrarsi non sono più destra e sinistra ma solo due destre; quella costruita intorno all’avidità e all’insaziabilità dei poteri economici e quella populista, sorretta da impalcature nazionaliste e fascistoidi. Non hanno finalità diverse ma modi diversi di garantire la continuità del medesimo sistema. Ed è perfino difficile definirle destre, poiché la destra senza la …

Continua a leggere

Déjà vu

Il governo Macron, che ormai rischia di cadere sotto i colpi dello scontento generalizzato e dei continui scioperi contro le manovre lacrime&sangue che ha deciso di imporre fin dal suo insediamento, decide di riconquistare il consenso interno attraverso la riproposizione di anacronistiche ambizioni di potenza. Il presidente convoca quindi gli alti comandi delle forze armate …

Continua a leggere

Morte di un gigante

Se ne va oggi, piegato dalle inflessibili leggi della Natura, questa figura gigantesca inversamente proporzionale alla piccola isola di cui ha retto le sorti per mezzo secolo. Per tre generazioni Fidel Castro è stato uno dei massimi simboli della Rivoluzione, non solo cubana ma planetaria, la cui importanza si evidenzia anche in virtù di quei …

Continua a leggere